Tappa 4: Sporminore-Cles
Scopri
sulla mappa:
       
 
 
 
 
 
Difficoltà fisica: 2/5 Difficoltà tecnica: 2/5 Lunghezza Tracciato: 27,4 km Durata: 3:00 h Salita: 700 m Discesa: 570 m
ATTRAZIONI TURISTICHE 
 
PUNTI DI RISTORO: Paesi, hotel, ristori, acqua 
 
SINGLE TRAIL:
6 km
 
 
STRADA ASFALTATA:
11,2 km
 
 
scroll
3 motivi
per non perdere
la tappa
1
Meleti a perdita d’occhio lungo il famoso Dolomiti di Brenta Bike
2
Il passaggio lungo il vecchio canale irriguo Sentiero margherita di Cunevo
3
Il frutteto storico di Cles con antiche varietà di mele ancora coltivate

Tappa 4: da Sporminore a Cles attraverso i meleti, in mtb in Val di Non verso le Dolomiti di Brenta

MTB in Val di Non, percorsi cross country tra le più belle catene montuose del Trentino

A conclusione del vostro tour sui migliori percorsi mtb della Val di Non potrete finalmente rilassarvi: l’ultima tappa percorre un lungo tratto del famoso Dolomiti di Brenta Bike; qui, tra meleti a perdita d’occhio, avrete tempo di godervi i panorami senza fatica. Chi invece avesse ancora energie residue, può seguire la variante e godersi l’ultima salita in mtb in Val di Non salendo sul Monte Corno.

In questa tappa, si affronteranno percorsi cross country di difficoltà tecnica moderata, che necessiteranno però di molta resistenza fisica. Spazi aperti, fondovalli verdi, con ancora una salita per soddisfare l’appetito del biker più esigente.

Descrizione tecnica

Come conclusione di questo anello di quattro giorni attraverso la Val di Non viene proposta nuovamente l’incredibile varietà di questa ampia valle: i meleti la fanno da padrone mentre sullo sfondo si innalzano le Dolomiti di Brenta i cui candidi nevai continuano a luccicare lungo l’estate. A sud sono chiaramente visibili le alture di Andalo e la cima della Paganella. Volgendo lo sguardo ad est l’occhio scorre sulla lunga e dolce catena montuosa della costiera della Mendola percorsa il giorno prima con i suoi folti boschi, lariceti e alpeggi in quota. La difficoltà del percorso affrontato in questa tappa non è rilevante e si ha così tutto il tempo per guardarsi attorno e godersi i panorami.

Chi accusa stanchezza e non vuole accumulare altro dislivello può lasciare da parte la sfida dell'ultima tappa e portare a termine il tour seguendo il tracciato del Dolomiti di Brenta Bike. Chi invece sceglie di dare il massimo anche nell’ultima tappa del Tour de Non dovrà affrontare una faticosa salita di 1000 metri di dislivello verso il Monte Corno che però anche in questo caso verrà lautamente ripagata da un single trail altrettanto lungo, il tecnico e impegnativo single trail “Genzianella”.
Descrizione tecnica
Si inizia a Sporminore sul percorso segnalato „Dolomiti di Brenta Bike“ e lo si segue fino a Cles.

Poiché il percorso è costantemente segnalato, si deve solo fare attenzione ai segnavia “Dolomiti Brenta Bike” appunto. Le diramazioni per le varianti vengono descritte sotto più precisamente.

Avvicinandosi a Cles, dopo l’incrocio presso San Vito Basso si deve fare attenzione a non lasciarsi sfuggire la deviazione per il meleto “frutteto storico”. Su questo campo didattico crescono oltre 100 varietà antiche di meli! Chi attraversa le file di alberi in autunno può godere di un piacere insolito e vedere da vicino ed annusare una mela che da molti anni non viene più commercializzata.

Direttamente al parcheggio presso la località Bersaglio ci si collega ad un svolta su sentieri attraverso i meleti. Questo giro ruota attorno a Cles senza perdere quota sfruttando un vecchio canale irriguo a nord e sbocca sopra Caltron per giungere infine a Dres sulla strada principale che riporta verso il centro paese.

Varianti e consigli
Malga d’Arza: Sia che avvenga sulla ripida e difficile strada forestale presso l’Eremo di San Pancrazio oppure sulla ben più facile strada asfaltata di Cunevo, la salita alle malghe alpine del Brenta è una questione di gambe: si devono infatti superare oltre mille metri di dislivello!

Dopo un pittoresco passaggio nella roccia inizia all’altezza di Campodenno l’accesso in salita a Malga d’Arza, davanti all’antico eremo di San Pancrazio, su una strada forestale recentemente sistemata, che però nell’ambito dei lavori di rinnovamento non ha affatto perso la sua percentuale di pendenza.
Dopo una lunga, faticosa salita con alcuni passaggi a spinta la malga Arza offre una verde distesa nel cuore del Brenta, che tuttavia viene conquistata assai duramente con 850 m di dislivello su un percorso lungo 5,4 km.

Proprio lì, dove il percorso tornerebbe finalmente pianeggiante, ad un bivio si nota una rampa supplementare: si tratta della deviazione per Malga Termoncello. Chi ha la forza per raggiungerla verrà ripagato da un ambient spettacolare a picco sopra il famoso Lago di Tovel e da un single trail di rientro molto vario.  

>> GPX Track Termoncello loop
>> GPX Track Strada asfaltata verso Malga Arza 

Monte Corno: dalla Malga d’Arza bisogna proseguire per altri 2 km sul sentiero 368 direzione Monte Corno e si devono superare buoni 150m di dislivello su single trail con tratti di bici a spinta. Giunti alla strada carrozzabile presso il rifugio Doss della Quarta, si volge verso nord in direzione del Rifugio Genzianella. Dal rifugio non gestito una meravigliosa carrareccia abbandonata conduce al sentiero con il nuovo segnavia 368 in discesa.

>> GPX Track Monte Corno 

Nella parte finale su strada forestale si raggiunge nuovamente il tracciato del “Dolomiti di Brenta Bike” con il bacino dell’acquedotto di Terres e si è poco sopra l’entrata del tunnel della Galleria di Terres, un’antica condotta idrica attraverso la montagna, all’interno della quale la temperatura resta costante sui 10 gradi celsius e che oggi è utilizzata da escursionisti e ciclisti per raggiungere la Val di Tovel.

 

Lago di Tovel: con questa variante si imbocca il tunnel ciclo-pedonale lungo 2 km della galleria di Terres che taglia la montagna fino a sbucare in Val di Tovel. Di sicuro un percorso unico e alternativo: dove altrimenti si potrebbero mai percorrere 2 km di rettilineo alla temperatura costante di 10 gradi Celsius attraverso una montagna? Dopo alcune centinaia di metri dall’uscita dal tunnel si sbocca sulla strada asfaltata di accesso al lago di Tovel. Chi non ha intenzione di salire fino al Lago di Tovel nel cuore del Parco Naturale Adamello Brenta (anche se noi lo consigliamo vivamente aggiungendo magari anche una notte sulle rive del lago) una volta arrivato sulla strada asfaltata deve girare a destra e raggiungere così Tuenno e tornare indietro sul tracciato DBB.

Senter del Guardia: Al parcheggio Splazoi sopra Tuenno si può lasciare ancora una volta il tracciato DBB per alzarsi di quota. In direzione del Malghetto di Tuenno (Agriranch Pra de Dont) e di Passo Le Fraine sale la ripida strada di accesso di 2 km con 250 m di dislivello per poi spianare leggermente (la strada ripida condurrebbe oltre in direzione Passo Le Fraine e fino al Rifugio Peller). Nei pressi dell’Agriturismo (aperto in estate) inizia ora un trail nel bosco costruita di recente e che cerca di mantenersi sempre sulla stessa quota.

E’ un continuo saliscendi in direzione nord, dove sentieri e strade forestali si alternano. Sopra Cles il trail incrocia la strada asfaltata di accesso al rifugio Peller, prima di perdere definitivamente quota a nord di Cles e raggiungere la località Caltron.

>> GPX Track Senter del Guardia


 

Rifugio Peller
: Dal parcheggio Bersaglio si avrebbe inoltre la possibilità di salire al Rifugio Peller. Si segue quindi la segnaletica del DBB Expert. La lunga salita di 17 km è dapprima asfaltata e supera oltre 1000 m di dislivello. Oltre il rifugio si può inoltre aggiungere un bel giro panoramico attorno al monte Peller attraverso la Malga Tassulla e il Passo Forcola. In ogni caso però si dovrebbe programmare un pernottamento in rifugio aggiuntivo, prima di poter riscendere il giorno seguente a valle su single trails.

>> GPX Track Rifugio Peller


Tutte queste varianti elencate insieme, esulano della quarta Tappa di Tour de Non e rendono necessario uno o più pernottamenti aggiuntivi. Specialmente quando si prende in considerazione la deviazione per il lago di Tovel o per il Rifugio Peller.

 

Downloads
Offerte >
COMFY: Bike Hotel + transfer sul percorso
COMFY: Bike Hotel + transfer sul percorso Abbiamo selezionato per voi i bike hotel del Trentino pronti ad accogliervi con la migliore ospitalità per ciclisti durante il vostro Tour de...
Scopri >>
GUIDED: 3 Tour programmati + guida mtb
GUIDED: 3 Tour programmati + guida mtb Pronti per partire? Voi dovete solo pedalare, perché il vostro mtb tour in Val di Non lo organizziamo noi! Per godervi al meglio il...
Scopri >>
BASIC: Tour de Non "fai da te"
BASIC: Tour de Non "fai da te" Scegli un periodo di 4 o più giorni tra giugno e ottobre per avventurarti su Tour de Non e scegli quali servizi aggiuntivi...
Scopri >>
 
 
mappa mappa mappa mappa mappa mappa